Indietro

Pd, urgente intervenire nelle scuole superiori

Baldi e Niccolai

I consiglieri regionali Baldi e Niccolai hanno presentato un'interrogazione: "Situazione grave, urgente trovare i finanziamenti”

PISTOIA — I consiglieri regionali del Pd, Massimo Baldi e Marco Niccolai, hanno presentato un’interrogazione alla giunta regionale che è anche un piccolo libro bianco sul disagio e le urgenze dell’edilizia scolastica negli istituti superiori pistoiesi.  

Baldi e Niccolai si sono rivolti al presidente della giunta toscana, chiedendogli di conoscere “quali azioni intenda mettere in atto al governo nazionale affinché l’amministrazione provinciale di Pistoia, nell’ambito di un quadro complessivo regionale di interventi e mediante lo stanziamento di opportune risorse finanziarie, sia messa nelle condizioni di poter eliminare le lacune, di garantire sicurezza e luoghi di formazione adeguati nei plessi scolastici superiori e negli impianti sportivo-scolastici collegati”.

Nel testo dell’interrogazione Baldi e Niccolai si fanno portavoce di un “crescente clima di preoccupazione riguardo la situazione in cui versano gli istituti scolastici pistoiesi; situazione in relazione alla quale, negli ultimi mesi, si sono avute prese di posizione da parte di studenti, dirigenti, genitori, amministratori locali; mentre la parlamentare Caterina Bini si faceva parte attiva presso il ministro della Pubblica Istruzione rappresentando la situazione di carenza di risorse che caratterizzava il bilancio dell’amministrazione provinciale di Pistoia, competente nella gestione dell’edilizia scolastica. La Regione non ha alcun tipo di competenza in materia ma è utile che anch’essa, data la situazione, faccia sentire la propria voce presso il Governo nazionale per segnalare la specificità e la priorità di questi interventi”.

I due consiglieri ricordano poi che “in data 1 febbraio, il presidente della Provincia di Pistoia, ha inoltrato una missiva al ministro della Pubblica Istruzione e all’assessore all’Istruzione della Regione Toscana nella quale, tra l’altro, si mette in rilievo che: ‘Molti sono i plessi che vedono problematicità varie dovute all’assenza di una manutenzione sufficientemente continuativa, con conseguenti disagi e ben riscontrabili inadeguatezze. Senz’altro un problema comune è quello dell’insufficienza di aule: sempre più speso nelle scuole è necessario adibire a normale classe anche le aule-laboratorio, con conseguenti disagi facilmente immaginabili’; oltre a fare riferimento alla fondamentale importanza della necessaria verifica relativa alla “vulnerabilità” sismica di dette strutture scolastiche”.

"Stiamo parlando di una situazione molto grave – hanno aggiunto Niccolai e Baldi – più volta messa in rilievo dal presidente della Provincia Vanni, il cui appello è stato raccolto dall’onorevole Bini e su cui registriamo l’impegno costante del Parlamento regionale degli studenti. Il ministro Valeria Fedeli, nel corso di una recente visita sul territorio pistoiese, ha mostrato attenzione e interessamento al problema e speriamo che possano tradursi in impegni concreti. A questo punto ci pare che anche la Regione debba spingere per trovare i finanziamenti necessari ai lavori che, in molti casi, sono improcrastinabili". 

"Rileviamo che ad oggi - hanno concluso i consiglieri - tra le opere pubbliche finanziate nel triennio 2015-2017 vi sono solo tre interventi: i lavori di manutenzione straordinaria agli infissi esterni presso l’I.T.C.F. Marchi di Pescia (stima dei costi 190mila euro), il ripristino degli intonaci delle facciate su parte di Via Puccini e Corso Gramsci e sostituzione degli infissi esterni presso l’Istituto Professionale A. Pacinotti, (110mila euro) e la realizzazione della palestra presso l’Istituto Agrario “Barone de Franceschi” di Pistoia (450mila euro). E’ evidente che non basta, visto il deperimento oggettivo delle condizioni generali delle strutture scolastiche. Vi è un lungo elenco di cose da fare, una lista di lavori, tra l’altro, messa a punto grazie a una ricognizione effettuata dal Parlamento regionale degli studenti in collaborazione con le rappresentanza studentesche degli istituti e di Consulta Provinciale . Occorrono, secondo quanto stimato dalla Provincia, circa 10 milioni per poter garantire sicurezza e luoghi adeguati agli studenti. Per noi si tratta di una priorità su cui è importante far sentire la voce di ogni istituzione rappresentativa, al di là delle proprie competenze formali”.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it