Indietro

Acqua inquinata, si riduce l'area di divieto

Il sindaco ha firmato un'ordinanza che modifica il provvedimento riguardante il divieto di uso dell'acqua ai fini domestici in via del Bollacchione

PISTOIA — Riguardo all'inquinamento in via del Bollacchione - che si è verificato il 7 aprile scorso a causa di un incidente tra due mezzi e il conseguente sversamento in un fosso di diserbante - il sindaco ha firmato un'ordinanza che riduce l'area interessata dal divieto di utilizzo di acqua a fini domestici, limitando il divieto di utilizzo di acqua nel raggio di 200 metri intorno al pozzo interessato. Il provvedimento consente l'utilizzo dell'acqua solo per operazioni di pulizia dei pavimenti.

Sulla base delle analisi svolte da Arpat e Asl – che in questi mesi, insieme al Comune, hanno monitorato l'area interessata dall'inquinamento - la situazione è stata quindi rivalutata.

Il provvedimento resterà in vigore fino a che non sarà completamente bonificata tutta la zona.

Dalle attività di monitoraggio effettuate dagli organi di controllo in questi mesi, sono emerse problematiche sulla modalità di gestione dei pozzi privati.

Il proprietario o utilizzatore di pozzi o altre fonti per uso potabile deve pertanto attingere l'acqua con modalità prevista dalla legge, provvedere a un controllo periodico della qualità dell'acqua oltre a effettuare un eventuale sistema di trattamento delle acque.

A tale riguardo, sulla base di quanto emerso dalle relazioni di Arpat e Asl, l' Amministrazione sta avviando un percorso di condivisione con tutti gli enti competenti (Regione Toscana, Autorità Idrica Toscana, Arpat e Asl) al fine di individuare le più opportune ulteriori misure di tutela della risorsa idrica e i provvedimenti necessari a garantire il più possibile il ricorso alla rete dell'acquedotto per l’approvvigionamento di acqua potabile nella zona di via del Bollacchione e, più in generale, in tutta la piana pistoiese.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it